Camminare sul Monte di Portofino

Sentieri sul Monte di Portofino

Il parco regionale di Portofino dispone di una vasta rete di sentieri escursionistici per tutti i livelli di difficoltà. Sul Monte di Portofino si cammina non solo in primavera, ma anche durante l’inverno quando le temperature salgono e la Liguria regala giornate calde e soleggiate. Anche a febbraio!

Giro ad anello sul Monte di Portofino

Si parte dalla località di Ruta di Camogli, dove si prende il sentiero dietro la Chiesa di San Michele e si segue l’indicazione per “Pietre Strette”, importante incrocio nel Parco di Portofino. In circa un’ora si giunge alla località Gaixella dove a destra si segue l’indicazione per Paradiso-Toca. Il sentiero sale leggermente e presto la vista si apre magnifica sul golfo Paradiso.  Dopo la località Sequoie dove si cammina praticamente in piano si arriva a Toca. Se si prosegue per Semaforo vecchio si arriva ad uno spettacolare balcone sul mare dove la vista è davvero impareggiabile e si può sostare per un pick nick. Dopo una meritata sosta si continua verso Pietre Strette (totale 3 ore). Qui si può tornare indietro al punto di partenza o proseguire per circa un’ora e mezzo verso Portofino o verso Santa Margherita Ligure. 

 

Difficoltà dei sentieri del Monte di Portofino

Normalmente i sentieri sono percorribili da tutti, bambini compresi,  con un una buona condizione fisica. Sono necessarie calzature da escursionismo e abbigliamento comodo. Eccezione la fanno i sentieri delle Batterie e la via de Tubi, sentieri molto impegnativi percorribili con molta attenzione, in particolare la via dei Tubi è percorribile solo con una guida escursionistica ambientale autorizzata.

 

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: